Progetto & Programma

 

 

Comitato per la Sicurezza dei Residenti

dei Quartieri Forlanini, Monluè, via A.Regolo, Via Mecenate e strade collegate

Il Progetto

 

 

IL PROGETTO

_________________________________________________

Il Comitato per la Sicurezza Quartiere Forlanini,

cambia “veste”.

 

Ottobre 2016, Informiamo tutti i cittadini dei Quartieri Forlanini, Monlue, Via Attilio Regolo, Via Norico, via Mecenate e strade collegate, che a seguito delle diverse istanze poste dai Cittadini, non più relative alla sola sicurezza ma anche all’arredo urbano, al verde, alla viabilità, alla mobilità delle persone e ad una migliore vivibilità anche sociale del Quartiere, il Consiglio Direttivo ha deciso, per dare una più valente veste giuridica al Comitato di costituire una ASSOCIAZIONE.

 

L’Associazione senza fini di lucro, denominata ”Comitato per la sicurezza dei Residenti e la vivibilità del Quartiere Forlanini” è stata fondata dagli stessi Componenti del Consiglio Direttivo nella continuità dell’azione del Comitato, ma con una veste giuridica diversa che permette ma di svolgere maggiori attività nell’interesse dei Cittadini. Nella sezione documenti del sito sono pubblicati lo Statuto e l’Atto Costitutivo, dove sono descritte le finalità, le responsabilità e le possibili attività dell’Associazione oltre alla Domanda di Iscrizione alla stessa. Pertanto superata tutta la fase burocratica per la sua costituzione ora l’Associazione è già operante a tutti gli effetti.

 

Il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione , ovvero i Soci fondatori della stessa, invitano tutti i Cittadini del quartiere a dare maggiore forza, incisività e rappresentatività alla stessa attraverso la propria iscrizione con le modalità indicate nella Domanda di Iscrizione.

Ricordate il vecchio detto l’unione fa la forza, forza molto necessaria per “fermare il degrado”nel nostro Quartiere.

 

Giuseppe Castro

Presidente

_____________________________________________________________________________________________________________________

 

 

Come nasce il Comitato per la Sicurezza.

 

ottobre 2015, Il comitato Forlanini , nasce da un atto di ribellione.

 

Racconta uno dei Fondatori del Comitato, Giuseppe Castro:” Dopo aver subito, nel mese di novembre 2014, un furto nella mia abitazione, invece di farmi prendere dalla rassegnazione e dare la colpa ai soliti Rom che girano nei quartieri e al luogo comune - tanto, contro i ladri non si può far niente- , decisi che occorreva reagire a questo stato di cose. Anche perché c'era una condizione di allarme nei quartieri, di persone aggredite, di furti, scippi e di una serie di atti che generavano tensione e paura. Pensai, quindi, che occorreva, anche nel nostro quartiere, creare un Comitato composto da cittadini residenti, sensibili al problema della sicurezza, dove gli stessi potessero essere i difensori e sostenitori del proprio territorio ed essere propositivi delle iniziative da assumere per una maggior tutela fisica e patrimoniale, in particolare gli anziani, maggiormente esposti agli atti delinquenziali.”

E ancora …

 

Portai la proposta per la costituzione di un Comitato per la sicurezza dei residenti in una riunione del Super Condominio del quartiere Monluè dove , superato lo scetticismo iniziale, arrivarono i primi consensi . In particolare il Sig. Guido Ghirardi della Evolve nel condividere, per una serie di ragioni sociali, la necessità di costituire un Comitato per la sicurezza, propose di estendere l'iniziativa al Quartiere Forlanini che conta circa 3000 unità abitative, facendosi promotore di esporre l'iniziativa alla prima riunione del Super Condominio Forlanini, riscontrando anche la loro sensibilità al problema e il consenso dei Consiglieri. Successivamente si aggiunse anche Via Attilio Regolo ad opera della Sig.ra Giovanna Bassi che chiese di considerare anche quel territorio all'interno della iniziativa in Via di attuazione

 

Il Comitato per la Sicurezza dei residenti dei quartieri Forlanini, Monluè, Via A.Regolo, Via Mecenate e strade collegate, definito successivamente per brevità Quartiere Forlanini, nasce “idealmente” come sopra descritto, “effettivamente” prende vita grazie alla disponibilità dei Sigg. Giuseppe Passariello, Luigi Strafile, Luciano Ciancolini, Ciceri Giampiero che prima ancora della data dell'atto costitutivo del Comitato il 9/12/2014 si sono impegnati “concretamente” per costituire il Comitato rendendolo operativo e rappresentativo.

 

 

 

IL PROGRAMMA

________________________________________________

Programma di Lavoro del Comitato

 

In relazione a quanto previsto dallo Statuto del Comitato, di seguito vengono elencati i punti che il Coordinamento ritiene utili al miglioramento della sicurezza dei cittadini nel “Quartiere Forlanini” e sottoporrà all’attenzione delle Istituzioni e delle Forze dell’Ordine, per quanto di loro competenza, sviluppandoli nei contenuti:

 

1.rafforzamento della vigilanza di Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani, per quanto di competenza, sul territorio interessato, attraverso il pattugliamento sia notturno che diurno;

 

2.installazione di sistemi di video-sorveglianza nei punti più nevralgici dei quartieri e di sistemi di tele-allarme, collegati eventualmente anche alle centrali operative di Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani;

 

3.mappatura dei quartieri per individuare carenze di illuminazione, sia in territorio pubblico che privato; individuazione di norme per l’attivazione dell’illuminazione nelle aree carenti e pericolose;

 

4.definizione di norme comportamentali da distribuire ai residenti per il caso in cui si trovino in presenza di atteggiamenti sospetti di persone e/o sentano rumori/trambusti negli appartamenti confinanti o vengano individuate carenze strutturali pericolose;

 

5.attivazione di un numero verde da parte del Comitato per la segnalazione di eventi o situazioni di pericolo da parte dei residenti e monitoraggio dell’evolversi dei fenomeni in essere;

 

6.formalizzazione della creazione di un “Osservatorio” per instaurare una concreta possibilità di interlocuzione tra Zona, Forze dell’Ordine e Comitato per analizzare la fenomenologia delinquenziale nei quartieri, far emergere le esigenze dei cittadini, creare sinergie, così da monitorare i risultati degli interventi e incrementare la loro efficacia;

 

7.possibile ricorso alle aziende di sorveglianza private e/o società per la sicurezza dei cittadini per integrare le loro azioni con quelle che svolgono le istituzioni, al fine di ulteriormente accrescere la sicurezza nei quartieri;

 

8.le proposte di intervento di cui sopra dovranno formare un progetto unico ed organico, che dovrà prevedere anche l’utilizzo delle migliori applicazioni tecnologiche per la sua attivazione.

 

 

Le prime azioni del Comitato dovranno essere quelle di :

presentare un Esposto, sottoscritto dal Coordinamento del Comitato e dai residenti, di denuncia della percezione di un degrado della sicurezza in cui versano i quartieri e delle conseguenze reali e potenziali, morali e materiali, che i residenti sopportano, e nel contempo

richiedere incontri per avere un confronto con le Istituzioni in merito ai problemi esistenti.

 

 

 

_________________________________________________

 

Seguici su Social Networks

 

 

 

Sede del Comitato

via Malipiero 20 - presso “Evolve”

20138 Milano

Tel 02.55.43.001

email: comitatoforlanini@gmail.com

www.comitatosicurezza.it